Svizzera energia

GNC

Motori a combustione a più elevata efficienza energetica

Il gas è una componente importante dell’approvvigionamento energetico sin dalla rivoluzione industriale. Inizialmente, il gas veniva utilizzato come sorgente luminosa. Oltre a essere utilizzato per il riscaldamento degli edifici e per l’industria, oggi il gas viene anche utilizzato per cucinare e per azionare i veicoli. Grazie alle sue proprietà chimiche, il gas offre la possibilità di ridurre le emissioni di CO2 per l’avviamento di un’auto.
Un veicolo GNC (gas naturale compresso) può essere rifornito sia con metano da fonti fossili sia con biogas da fonti rinnovabili. Con il metano, le emissioni di CO2 di un veicolo GNC sono fino al 20% inferiori rispetto a quelle di un motore a benzina e fino al 10% inferiori rispetto a quelle di un diesel. Le emissioni di CO2 diminuiscono ulteriormente in caso di rifornimento con biogas. Il biogas proviene dalla fermentazione di rifiuti organici quali i rifiuti verdi, i fanghi di depurazione o i rifiuti di cucina.

Il biogas da rifiuti è rinnovabile e quasi neutro in termini di emissioni di CO2. Il biogas contiene infatti la stessa quantità di CO2 che verrebbe comunque emessa nell’atmosfera durante la decomposizione. Prima di poter essere immesso nella rete, il biogas deve essere trattato per raggiungere la stessa qualità del metano. I fornitori svizzeri di gas sono tra i pionieri assoluti in questo campo: già nel 1997, il comune di Samstagern ZH è riuscito per la prima volta al mondo a immettere biogas nella rete.

La percentuale minima di biogas per la mobilità è del 10%, ma da diversi anni è superiore al 20%. Nel 2018 la media è stata del 22,4%. Gli esperti del settore prevedono di aumentare ulteriormente la percentuale di biogas. Inoltre, oggi numerose stazioni di servizio offrono agli automobilisti che hanno a cuore la tematica ambientale l’opportunità di fare rifornimento solo con biogas e, di conseguenza, una mobilità praticamente neutra in termini di emissioni di CO2.

Produzione di biogas

Tutto ha inizio con la crescita di sostanze organiche, soprattutto nelle piante, attraverso la fotosintesi. Il carbonio, l’acqua e l’ossigeno vengono convertiti in molecole di zucchero ricche di energia, che fungono da fonte di energia/nutrimento. Se le piante muoiono, a causa dell’età, di malattie o perché sono state raccolte, rilasciano il carbonio nell’ambiente attraverso la fermentazione. Gran parte di questi «gas di scarico» è costituita da metano. Una volta raccolto, questo metano può essere utilizzato come carburante in un motore a combustione.

Maggiori informazioni sulla mobilità a GNC sono disponibili sul nuovo portale: www.cng-mobility.ch