Svizzera energia

Serie: test della mobilità elettrica con la Mercedes EQC 400

Parte 1

Quanto è davvero difficile passare a un’auto elettrica? Cerchiamo di capirlo. 

È giunto il momento. Nei prossimi mesi saranno lanciati dozzine di entusiasmanti modelli a trazione elettrica. Dalla piccola auto di culto, al pratico tuttofare, all’esclusiva supersportiva. E tra loro, un sacco di SUV elettrici. Proprio come la Mercedes-Benz EQC.

La quotidianità resterà la stessa? Non proprio perché, mentre per i proprietari di una casa l’installazione di una stazione di ricarica privata (wallbox) avviene solitamente con una semplice telefonata al fornitore di energia elettrica, i proprietari di piani e gli inquilini devono invece chiarire in anticipo se possono installare una stazione di ricarica nel proprio posto auto di proprietà o in affitto. E ciò al momento potrebbe ancora essere associato a qualche difficoltà. Swiss eMobility e l’Associazione dei proprietari fondiari possono fornire assistenza in caso di domande sulla messa in servizio delle stazioni di ricarica.

All’inizio di luglio abbiamo ritirato a Schlieren la nostra vettura di prova, la Mercedes-Benz EQC 400. Completamente carica. Ci siamo recati a Zurigo per una riunione, poi siamo andati in ufficio a Baar e infine a casa, sul lago di Thun. La silenziosa Mercedes, che sembra un normale SUV con Stella progettato per il futuro, segnala un’autonomia residua di 190 chilometri. Va detto, l’EQC non è stato sviluppato sin dagli inizi come un veicolo elettrico, bensì la trazione elettrica e la batteria sono state implementate nella struttura esistente del GLC.

Questo è il motivo per cui chi è interessato all’EQC non deve necessariamente cambiare ottica. Vista dal fuori, perché incarna quella che il capo del design Gorden Wagener definisce «estetica elettrica d’avanguardia». All’interno, perché il SUV da 4,76 metri continua a essere quello che deve essere – una Mercedes. A condizione che si guidi in modo rilassato. Perché se si preme il pedale dell’acceleratore troppo a fondo, la tranquillità diventa un ricordo. A quel punto la vettura di lusso diventa un auto sportiva. Non c’è da stupirsi, dopo tutto: l’EQC vanta due motori elettrici che insieme erogano 300 kW (408 CV) e accelerano l’E-Mercedes a 100 km/h in 5,1 secondi.

Tuttavia questi valori non sono più di tendenza, e chi pretende costantemente le massime prestazioni riduce altrettanto velocemente il proprio raggio d’azione. Uno stile di guida giudizioso premia con un’autonomia massima di 430 chilometri. Sulla carta. Nella vita di tutti i giorni e con tutti i comfort (climatizzatore e radio accesi, ecc.) l’autonomia media è stata sempre superiore ai 370 chilometri. E per accorciare il più possibile le distanze tra teoria e pratica, sono disponibili una mezza dozzina di programmi di guida tra cui Eco-Navigation, la gestione predittiva della batteria e cinque livelli di recupero con cui è possibile guidare senza spinta propulsiva o frenare senza freni.

Se si prevede un viaggio piuttosto lungo, conviene collegare l’EQC alla wallbox la sera e partire la mattina con la batteria carica al massimo. Se il viaggio supera i 400 chilometri circa, la navigazione ottimizzata dell’EQC pianifica automaticamente i percorsi, comprese le fermate di ricarica. Ciò include dati come il flusso di traffico attuale, il consumo di corrente elettrica e le stazioni di ricarica disponibili. Tutto questo può essere controllato con l’app «Mercedes me», tramite «Mercedes me Charge» il conducente ottiene anche un comodo accesso alle stazioni di ricarica di vari fornitori (tra cui Ionity) in patria e all’estero. E anche il pagamento avviene con una funzione integrata.

Conclusione: il traffico sull’«Electric Avenue» si fa sempre più intenso e le vetture come la Mercedes-Benz EQC, disponibile a partire da 84 900 franchi, agevolano il passaggio a questo tipo di trazione. L’infrastruttura in Svizzera è già molto buona e viene costantemente ampliata. E già ora è garantita una vasta copertura dell’alimentazione elettrica a livello nazionale sulle strade svizzere. Su ich-tanke-strom.ch è possibile consultare la disponibilità di stazioni di ricarica per veicoli elettrici in tempo reale.